BCC San Giovanni Rotondo: l’Assemblea dei Soci approva il Bilancio di Esercizio 2021

Numeri positivi per l’Istituto di credito sangiovannese che, nonostante la congiuntura, si conferma volàno di sviluppo per il territorio

Unnamed (1)
Privati |  Imprese |  Soci | 

San Giovanni Rotondo, 24 maggio 2022 – Dopo due anni difficili, causati dalla pandemia da Covid-19, è tornata a riunirsi in presenza, sabato 21 maggio, a San Giovanni Rotondo, l’Assemblea dei Soci della BCC San Giovanni Rotondo.


Per i Soci, è stata l’occasione, unitamente agli altri punti all’ordine del giorno dell’Assemblea, per approvare il Bilancio di Esercizio 2021 che ha fatto apprezzare performance più che soddisfacenti.


"Assieme al Consiglio di Amministrazione abbiamo voluto, con forza, un’Assemblea dei Soci in presenza, segno di un ritorno alla normalità, dopo due anni complicatissimi, unitamente all’approvazione da parte di questa assemblea del positivo bilancio 2021”, le dichiarazioni del presidente della BCC San Giovanni Rotondo, Giuseppe Palladino.
Da un punto di vista strategico, il 2021 è stato l’anno dell’espansione territoriale della Banca - con l’apertura delle filiali di Vieste, Lucera e Torremaggiore (nel marzo 2022) - che è accompagnata da una profonda riorganizzazione aziendale che segnano l’inizio di una nuova fase di crescita per la BCC e il territorio.
Guardando ai numeri, l’utile di esercizio si è attestato a 2,55 mln di euro. Un dato molto importante, conseguito in un anno caratterizzato dall’emergenza sanitaria, dagli impatti dell’AQR (Asset Quality Review) sul Gruppo Cassa Centrale Banca e dagli oneri straordinari sostenuti dalla Banca per efficientare la struttura organizzativa.
Il patrimonio netto della BCC San Giovanni Rotondo è risultato pari a 64,8 mln di euro, in aumento del 3% rispetto al 2020 e un rapporto tra fondi propri ed attività di rischio ponderate (Total capital ratio/Cet1) pari al 22,28%.
Gli impieghi nei confronti della clientela si sono attestati, nel 2021, a circa 571 mln di euro (+4% rispetto all’esercizio precedente), con una crescita in valore assoluto di 20 mln di euro.


Particolarmente interessante il dato sul margine di interesse complessivo che, nell’esercizio 2021, è risultato in aumento del 19%, pari a 20,7 mln di euro, segno evidente di come la BCC San Giovanni Rotondo, al fine di arrecare ricchezza al territorio e in linea con i principi ispiratori delle BCC, abbia accompagnato le imprese nell’ottenimento di finanziamenti a valere su agevolazioni regionali atti all’espansione e all’ottimizzazione delle imprese stesse.


Sul fronte della raccolta da clientela, il 2021 ha evidenziato valori in crescita: le masse amministrate, costituite da raccolta diretta, amministrata e dal risparmio gestito, ammontano a 829,87 mln di euro, in aumento del 4% su base annua, pari a 28,7 mln di euro, e la raccolta indiretta fa registrare una variazione positiva del 13%.
“I dati di bilancio ci consegnano una Banca in salute, nonostante alcuni accantonamenti di crediti che abbiamo dovuto porre in essere a seguito dell’AQR a cui è stato sottoposto il nostro Gruppo e la nostra Banca. Per confermarci nel nostro impegno a fianco delle famiglie e delle imprese abbiamo avviato il processo di espansione della Banca, con l’apertura delle nuove filiali”, ha concluso Palladino che, nel corso dell’Assemblea, ha voluto far pervenire, a nome suo personale e del Consiglio di Amministrazione, il saluto e il ringraziamento agli ex vice direttori generali, Matteo Russo e Lucia Siena, posti in quiescenza nel corso del 2021, e a Giuseppe Scarale che, nel mese di novembre, ha rassegnato le dimissioni da presidente del Collegio Sindacale.


“In questo anno abbiamo avuto la fortuna e l’onore di essere stati vicini, più di ogni altra banca, alle famiglie e alle imprese di questo territorio”, il commento del direttore generale, Roberto Torre. “Abbiamo un impegno grande”, la chiosa del Direttore, “continuare ad essere loro vicini, perché il futuro lo stiamo vivendo quotidianamente e ce la stiamo mettendo tutta per essere all’altezza di tutte le aspettative”.


L’Assemblea dei Soci, inoltre, ha provveduto a nominare un nuovo Amministratore, in sostituzione del compianto Matteo Paglia, scomparso lo scorso anno, nella persona della dott.ssa Maria Soccio che siederà in Consiglio di Amministrazione fino alla prossima Assemblea del 2023.


Infine, i Soci hanno deliberato la nomina del dott. Michele Placentino a presidente del Collegio Sindacale e ratificato la modifica al regolamento assembleare ed elettorale, riguardo l’introduzione della quota di genere negli organi sociali. a seguito delle integrazioni intervenute nello statuto sociale della Banca che hanno recepito il 35° aggiornamento della Circolare della Banca di Italia n.285/2013 del 2 luglio 2021.